collettivo boca social
artisti
nemo's
nemos

Nemo’S ha iniziato a disegnare quando era molto giovane. Grazie a suo padre un giorno andò a una mostra di un illustratore locale e questo lo ha impressionato così tanto che da quel giorno non ha mai smesso di disegnare!

A Bonito ha donato un’opera di forte impatto politico: un uomo trafitto dalle trivelle. Su il Gorgo trovate le foto e un articolo dell’intervento in Irpinia: http://ilgorgo.com/nemos-trim-new-mural-bonito/

Su Global Street Art, invece, trovate una carrellata delle ultime opere di NemO’s http://globalstreetart.com/nemos

collettivo-fx

FX è un collettivo che ha come obiettivo inquinare il cemento armato. Le incursioni sono realizzate direttamente dal Collettivo o in modo Collettivo cioè coinvolgendo numerose persone che agiscono utilizzando il materiale del collettivo.
Il nostro gruppo deve molto al Collettivo Fx! A Bonito hanno lasciato numerose opere ma soprattutto ci hanno dato tanta fiducia per andare avanti nei nostri progetti!

L’unico modo per seguirli, vista la loro vivacità, è andare sulla la loro pagina Facebook: www.facebook.com/collettivofxstreetart

collettivo fx
francisco bosoletti
bosoletti

Francisco Bosoletti (Armstrong- Argentina 1988) ha intrapreso un percorso di ricerca artistica piuttosto singolare, coniugando un certo stile classicista con una vena provocatoria di protesta contro lo strapotere dell’economia e del concetto di “speculazione economica” che sembra ormai al centro dei pensieri dei suoi connazionali argentini, e non solo. Simbolo scelto,il tulipano, protagonista di una delle più singolari operazioni speculative nella compravendita di oggetti tra i diversi continenti. A Bonito ha lasciato un’opera che tutti amano! qui trovate un bel reportage su Ziguline.

www.facebook.com/bosoletti

miedo-e-arp

Diego Miedo è nato a Napoli, dove continua a vivere e lavorare.
Da autodidatta comincia a disegnare i propri fumetti e a stampare piccoli albetti. Dal 2006 fa parte della redazione del mensile (adesso diventato bimensile) NapoliMonitor, giornale autoprodotto di inchieste, reportages, disegni e fumetti, che da otto anni esiste e resiste.
Nel 2010 pubblica il suo primo fumetto lungo Giornata da cani, edito da NapoliMonitor e Il Punto Librarteria. Ha pubblicato disegni e foto su varie riviste di fumetti e pittura murale. Parallelamente ai fumetti, dipinge strani esseri per le strade delle città e nelle scuole. Con Diego abbiamo iniziato la nostra avventura nella street art con il primo intervento a Bonito. Diego Miedo ha realizzato un bellissimo intervento nel centro del paese insieme a Davide Arpaia.

www.diegomiedo.org

diego miedo
carlos atoche
atoche

Nato a Lima nel 1984 da madre argentina e padre peruviano. A sette anni inizia la scuola di musica che poi cambierà per quella di pittura, dove impara già da piccolo la tecnica della pittura ad olio. Nel 2000 viaggia per la prima volta in Europa dove ha l’opportunità di girare la Spagna, la Francia e soprattutto l’Italia, dove resta colpito sia per la pittura che per l’architettura. Dopo un anno di studi all’Accademia Autónoma de Bellas Artes di Lima, si trasferisce a Roma dove inizia gli studi nella Accademia di Belle Arti. Ottiene il diploma di pittura con una tesi pratica sulla Mona Lisa con il professore Giampaolo Berto.

Vive e lavora a Roma. Ha fondato insieme ad altri colleghi dell’Accademia, lo Studio Sotterraneo situato nel quartiere romano del Pigneto. Ha dedicato gli ultimi cinque anni nella realizzazione di murales.

In Irpinia una sua opera ha destato molto scalpore ed è stata cancellata: La madonna con il mandrillo. A Bonito il suo intervento è stato molto apprezzato. Qui il reportage di Ziguline.

www.carlosatoche.com

poki

Emanuele Poki inizia a disegnare ovunque già bambino, disprezzando i fogli bianchi e riempiendo quotidianamente i suoi banchi di scuola, diplomato all’Istituto D’arte passa dal writing alla poster art iniziando da quest’ultima un lungo percorso estetico e concettuale.

I suoi lavori sono intrisi degli elementi che fanno parte della sua vita: di sagome periferiche del quartiere in cui vive, Librino, della voluminosità e delle sproporzioni del barocco della città in cui è nato, Catania e della schiettezza della sua terra, la Sicilia; I suoi soggetti vivono dell’autenticità degli animali, che predilige, della crudezza e del fascino che caratterizzano la natura con i suoi equilibri, il suo divenire e la sua armonia insidiata. Disegna e sviluppa i suoi lavori su qualsiasi superficie e dimensione. Descrive ed interpreta principalmente la natura, il rapporto tra Uomo ed Ambiente, le tradizioni, gli aneddoti, il movimento e le forze impercettibili che operano quotidianamente, fonti di evoluzioni o turbamenti.

www.facebook.com/poki.emanuele

emanuele-poki