collettivo boca social

15 Ott Impronte 2016 al contest Corporate Art Award

Il progetto Impronte 2016 partecipa al contest Corporate Art Award con il Museo Salvatore Ferragamo.

L’iniziativa è organizzata da pptArt  in collaborazione con la LUISS Business School, con il patrocinio del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e con il quotidiano La Repubblica come media partner. Il curatore del progetto è Luca Desiata, docente di Corporate Art presso la LUISS Business School.

Il Premio è nato per identificare e promuovere le migliori collaborazioni tra il mondo del business e quello dell’arte, nella convinzione che questa rappresenti il riconoscimento più alto dell’impegno sociale di un’Azienda.

Per votare il Museo Salvatore Ferragamo, cliccate sul link http://www.pptart.net/participants, scorrete i vari progetti e mettete “mi piace” in corrispondenza del “Museo Salvatore Ferragamo”.

Il progetto che avrà raccolto il più alto numero di “like” sarà premiato con il premio Miglior coinvolgimento dei Social Media, che è uno degli Awards più prestigiosi del contest internazionale. Si può votare fino al 10 novembre 2016.


Presentazione del Museo Salvatore Ferragamo

Ancora oggi l’azienda collabora con artisti di tutto il mondo coinvolgendoli nella creazione di prodotti limited edition e in progetti di mostre sviluppati dal Museo. In molte occasioni gli artisti sono chiamati a creare delle opere specificatamene per mostre a tema come Ikko Tanaka, Rob Pruit, Ann Craven, Mimmo Paladino, Liu Jianhua e Vanessa Beecroft. Alcune delle opere realizzate in occasioni di speciali progetti sono entrate a far parte dell’archivio storico documentando la volontà dell’azienda di promuovere l’arte contemporanea nelle sue più moderne sfaccettature.

L’ultimo progetto di collaborazione con artisti di livello internazionale è stata la mostra Impronte/2016 .

Cinque artisti a confronto con l’arte di Salvatore Ferragamo (Bonito, Convento di Sant’Antonio 28/07 – 31/08/2016), scaturita dal fruttuoso rapporto instaurato dal Museo Salvatore Ferragamo con il Colletivo BoCA ed il Comune di Bonito (AV) che da tempo intendevano rendere omaggio all’artigiano-artista bonitese.

Per la prima volta le creazioni del “calzolaio dei sogni” sono state esposte nel luogo d’origine, dove la passione per le scarpe nutrita da Salvatore, ancora bambino, dette vita ai suoi primi modelli.
In esposizione 5 calzature realizzate dal celebre artigiano-artista tra gli anni ‘30 e ‘40 del ‘900, tra le più rappresentative della sua produzione del periodo e della storia della moda e del design italiano, che hanno dialogato in maniera coerente con i 5 interventi di arte pubblica realizzati sugli edifici del centro cittadino dai 5 street artists coinvolti nella manifestazione, ovvero: Tellas, Gola Hundun, Milu Correch, Giulio Vesprini e Millo.

Al pari di questi giovani artisti, Salvatore Ferragamo era guidato da precisi canoni estetici e dotato di un’inesauribile curiosità nei confronti dei materiali più inconsueti, che trasformava con straordinaria abilità in manufatti d’impareggiabile bellezza e concezione rivoluzionaria. Rivoluzionaria negli inediti accostamenti di forme e colori, che resero quei manufatti autentiche opere d’arte; ma specialmente sorprendente per la raffinatissima lavorazione dei materiali, che li rendevano veri e propri capolavori. Ognuno degli artisti ha catturato alcune caratteristiche peculiari del lavoro di Salvatore Ferragamo ispirandosi ai modelli di calzature d’archivio.

Si è trattato di una serie interventi di arte pubblica ai quali il Museo Salvatore Ferragamo è stato orgoglioso di prestare supporto. I murales di Impronte, ispirati ai modelli di Salvatore Ferragamo, restituiscono alla geografia urbana di Bonito un carattere creativo ma allo stesso tempo a misura d’uomo, arricchendo la quotidianità degli abitanti del luogo e creando al contempo un circolo virtuoso di dinamismo, partecipazione collettiva, identità.

Tutte le informazioni sul progetto sono disponibili qui


Giuria del premio & Scientific Committee:

•    Gianluca Comin, Biennale di Venezia, membro del CdA. Fondatore di Comin & Partners;
•    Stefano Pizzi, Accademia di Belle Arti di Brera, Responsabile Relazioni Esterne;
•    Alberto Meomartini, Museimpresa, Presidente;
•    Carlo Capoccioni, ABI, Responsabile Relazioni Istituzionali;
•    Luca Pirolo, LUISS Business School, Direttore del Creative Business Center;
•    Carolina Botti, Ales (Art Bonus), Direttore Centrale;
•    Luca Desiata, docente di Corporate Art presso la LUISS Business School e curatore della mostra Corporate Art alla GNAM – Galleria Nazionale Arte Moderna.
Cerimonia di premiazione a Roma. La “Corporate Art Awards” ceremony si svolgerà al Palazzo delle Esposizioni, a Roma, nei giorni 23 e 24 Novembre 2016.

INFO:
www.pptart.net/corporate-art-awards

No Comments

Post A Comment