collettivo boca social
blu cancellato bologna

12 Mar Blu cancella i suoi murales a Bologna

Bologna si tinge di grigio. Stamane il noto street artist Blu ha iniziato a cancellare i suoi murales a Bologna in segno di protesta contro la mostra Street Art. Banksy & Co. – L’arte allo stato urbano, promossa da Genus Bononiae, con il sostegno della Fondazione Carisbo.

Tra le opere esposte ce ne saranno alcune staccate dai muri della città, con l’obiettivo di «salvarle dalla demolizione e preservarle dall’ingiuria del tempo», trasformandole in veri e propri contemplabili pezzi da museo (“costo del biglietto Intero: 13 euro” ndr).

Potete vedere il murales di Xm24 di Blu appena cancellato cliccando qui

La mostra in questione aveva aperto un grande dibattito nei mesi scorsi. Ericailcane si era pronunciato sul suo blog: Titolo: Zona derattizzata. Testo: “Zona bonificata da: tombaroli, ladri di beni comuni, sedicenti difensori della cultura; restauratori senza scrupoli e curatori prezzolati, massoni, sequestratori impuniti dell’altrui opera d’intelletto; adepti del dio denaro e loro sudditi”. Dedica: “Per tutti quelli che non rispettano il bene comune ed il lavoro altrui, capaci solo di rubare e vivere da parassiti”. Una presa di posizione inequivocabile.


Approfondisci il tema su 

wumongfondation http://www.wumingfoundation.com/giap/?p=24357

Artribune http://www.artribune.com/2016/01/bologna-street-art-mostra-polemica


Il post di Blu su Facebook

a bologna non c’è più blu
e non ci sarà più finchè i magnati magneranno
per ringraziamenti o lamentele sapete a chi rivolgervi

Pubblicato da BLU su Sabato 12 marzo 2016

 


Video

No Comments

Post A Comment